Condividi

giannelli

 

La giuria del “Premio Letterario Giovanni Boccaccio”, presieduta da Sergio Zavoli, ha sciolto ogni riserva e conferito un premio speciale al disegnatore Emilio Giannelli, vignettista di punta di uno dei più prestigiosi quotidiani italiani “Il Corriere della Sera”.

La trentatreesima edizione del “Premio Boccaccio 2014” si annuncia ricca di nomi eccellenti, la cui presenza a Certaldo Alto, nel corso della cerimonia di premiazione di sabato 13 settembre, rende l’evento un appuntamento da non perdere per gli appassionati della cultura di qualità.

Ma andiamo per ordine.  I vincitori del “Boccaccio 2014”sono Antonella Cilento  con il romanzo Lisario o il piacere infinito delle donne (Mondadori, 2014) per la letteratura italiana, François Garde  con Il ritorno del naufrago (Corbaccio, 2014) per la letteratura  internazionale, Lucia Annunziata per il giornalismo, a cui va aggiunto il nome di Emilio Giannelli per un riconoscimento del tutto speciale alla sua arte di raffinato disegnatore di vignette sulla complessa realtà del nostro Paese. La giuria (rappresentata da Paolo Ermini, Stefano Folli, Marcello Mancini, Margaret Mazzantini, Marta Morazzoni, Luigi Testaferrata), ha puntato ancora una volta sulla qualità, aggiungendo al libro d’oro del “Premio Boccaccio”  autori di indubbio valore.

La cerimonia di premiazione si terrà sabato 13 settembre, nel pomeriggio (orario da definire), a Certaldo Alto, nei locali di Palazzo Pretorio e potrà essere seguita in diretta streaming su www.premioletterarioboccaccio.it e www.gonews.it. Sarà presente anche l’attrice Lucia Poli.

 

Gli eventi culturali del Premio Boccaccio 2014 prevedono anche per questa edizione una serie di intrattenimenti sia il venerdì 12 che la domenica 14 settembre, i cui contenuti saranno resi noti nei prossimi giorni.

Si ringraziano per il sostegno: la Banca di Credito Cooperativo Cambiano, la Fondazione  Cassa di Risparmio di San Miniato, la Banca Monte dei Paschi di Siena, la Banca Cassa di Risparmio di Firenze, la Banca Carige, la Confindustria di Firenze e il Rotary Club Valdelsa. E’ doveroso sottolineare, infine,  l’impegno dei componenti dell’Associazione letteraria  e dei numerosi Amici del Boccaccio e ringraziare il comune di Certaldo per il sostegno mai venuto meno.