Condividi
 

Associazione Letteraria Giovanni Boccaccio 

Premio Boccaccio 2019: Luigi Guarnieri, André Aciman e Barbara Stefanelli domani 14 settembre  a Certaldo per la consegna del prestigioso riconoscimento

 

CULTURA – Il Premio Boccaccio entra nel vivo. Domani, 14 settembre, il prestigioso riconoscimento della 38esima edizione sarà assegnato a Luigi Guarnieri (narrativa italiana), André Aciman (narrativa straniera) e Barbara Stefanelli (giornalismo) nel corso di una cerimonia che si terrà  alle 16.30, al Teatro Boccaccio di Certaldo, con il patrocinio del Consiglio Regionale della Toscana e del Comune di Certaldo.

La conduzione dell’evento è affidata come lo scorso anno alla giornalista Rai Adriana Pannitteri. L’attrice Lucia Poli interpreterà alcuni brani delle opere dei vincitori e  una novella di Messer Boccaccio, padrino indiscusso dell’evento, con l’accompagnamento musicale di Marco Turriziani (chitarra), Mauro De Vita (fagotto), Salvatore Zambataro (clarinetto/fisarmonica) alla presenza della giuria (presieduta da Sergio Zavoli e rappresentata da Agnese Pini, Paolo Ermini, Stefano Folli, Antonella Cilento, Marta Morazzoni e Luigi Testaferrata).

“Il Premio Boccaccio ha una storia prestigiosa, è cresciuto negli anni e si è aperto alle più importanti espressioni dell’Arte - ha commentato Marta Morazzoni, scrittrice e componente della Giuria -. Il mio auspicio è che la sua capacità di raggiungere il vasto pubblico e di innovarsi produca come effetto di ritorno il desiderio crescente di rileggere i classici per riscoprire il nostro passato, che è la sostanza del nostro essere qui e oggi. Credo che il Premio Boccaccio possa egregiamente cogliere questa sfida e offrire importanti spunti di riflessione con il contributo delle massime espressioni artistiche”.

La cerimonia di premiazione sarà preceduta la mattina (ore 10.30, nel parterre di Palazzo Pretorio) dall’incontro dal titolo “Un filo rosso che parte da Boccaccio e arriva sino a Foscolo e Leopardi”, al quale interverranno Luigi Guarnieri, il poeta Davide Rondoni e Marta Morazzoni. Al dibattito, moderato dalla giornalista Maria Antonietta Cruciata, sono stati invitati gli studenti che hanno partecipato alla  settima edizione del concorso letterario nazionale “Boccaccio Giovani”(dedicata per l’anno scolastico 2018-2019 a “Il potere della musica nel descrivere la vita, da Giovanni Boccaccio a voi”), la cui cerimonia di premiazione è in programma sabato 12 ottobre 2019, alle 10.30, nel salone dei Cinquecento, in Palazzo Vecchio a Firenze, e che avrà come ospite d’onore e testimonial Mogol, autore, scrittore, fondatore del Centro Europeo di Toscolano, Scuola per i giovani autori, compositori, arrangiatori. Saranno presenti rappresentanti della Regione Toscana, del Comune di Certaldo, del Rotary Club Distretto 2071 e della Valdelsa, nonché dell’Ente Nazionale Giovanni Boccaccio per la consegna di riconoscimenti alle migliori tesi di laurea e di dottorato sul grande novelliere toscano.

Per partecipare alla Cerimonia di premiazione (la cui regia è a cura di Gabriele Gatti) occorre prenotarsi inviando un’email all’indirizzo  di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure andando sul  sito internet www.premioletterarioboccaccio.it.

Gli appuntamenti culturali del Premio Boccaccio, promossi e organizzati dall’Associazione letteraria Giovanni Boccaccio presieduta da Simona Dei, sono resi possibili grazie alla collaborazione e alla disponibilità del Comune di Certaldo, agli sponsor (Banca Cambiano 1884 spa, Banca Intesa, Medionalum, UBI Banca Firenze, Confindustria Firenze, Rotary Club Valdelsa-Distretto 2071), e ai numerosi e fedeli Amici del Boccaccio.

 


Certaldo, lì 13 Settembre 2019