Condividi
 

Associazione Letteraria Giovanni Boccaccio 

Premio Boccaccio 2019: il  13 settembre a Certaldo con la proiezione del film “Chiamami col tuo nome”

 

CULTURA –  “Boccaccio era interessato alla straordinaria varietà di personaggi,vicende, ambienti e dati di cronaca contemporanea tanto da rappresentare con la sua arte un mondo concreto e reale. Se fosse vissuto oggi, molto probabilmente si sarebbe dedicato al cinema, ecco perché la giuria ha voluto premiare Aciman e il 13 settembre proiettiamo il film Chiamami col tuo nome tratto dal romanzo dello scrittore statunitense”.

E’ con queste parole che Simona Dei, presidente dell’Associazione letteraria Giovanni Boccaccio,  annuncia nel dettaglio il primo degli appuntamenti messi in pista per festeggiare i vincitori della XXXVIII edizione del Premio Letterario Giovanni Boccaccio 2019: Luigi Guarnieri, Andrè Aciman e Barbara Stefanelli, che riceveranno il prestigioso riconoscimento sabato 14 settembre (ore 16.30) a Certaldo.

Venerdì  13 settembre, alle ore 21, al Cinema Teatro Boccaccio di Certaldo, dunque, la due giorni di eventi si apre con la proiezione di Chiamami col tuo nome, film diretto  nel 2017 da Luca Guadagnino e tratto dall’omonimo romanzo di Aciman.

Per questo film il regista e sceneggiatore James Ivory ha vinto il Premio Oscar alla migliore sceneggiatura non originale nel 2018. Il film sarà introdotto da Walter Fasano, che ne ha curato il montaggio e che da anni collabora con Guadagnino, e dal critico cinematografico Gabriele Rizza. Chiamami col tuo nome è  il terzo e ultimo film della "trilogia del desiderio" di Guadagnino, dopo Io sono l’amore (2009) e A Bigger Splash (2015).  Ambientato nel Nord Italia nel 1983, il film racconta la storia d'amore tra Elio (Timothée Chalamet), un diciassettenne residente in Italia, e lo studente americano Oliver (Armie Hammer). Fanno parte del cast anche Michael Stuhlbarg, Amira Casar, Esther Garrel e Victoire Du Bois.

È un privilegio per il Premio Boccaccio premiare André Aciman, scrittore finissimo, che riassume nella sua storia personale la ricca e profonda multiculturalità che lega il Mediterraneo, la cultura ebraica, egiziana, italiana, agli intrecci culturali degli Stati Uniti - ha commentato Antonella Cilento, membro della Giuria presieduta da Sergio Zavoli, vincitrice del Premio Boccaccio per la Narrativa italiana nel 2014 -. Chiamami col tuo nome è un romanzo di rara finezza e delicatezza, che risuona nel pubblico italiano anche per la vicinanza di temi e sviluppo con un autore molto amato come Pier Vittorio Tondelli, ma richiama alla memoria la grande letteratura europea di Isherwood. Il film che Luca Guadagnino ne ha tratto è uno dei più eleganti e riusciti della filmografia italiana di anni recenti e ha la grande forza della sceneggiatura di un genio dell'eleganza come James Ivory. Il tributo ad Aciman alimenta la vocazione multi artistica del Premio Boccaccio e il rapporto a volte fecondo, come in questo caso, fra letteratura e cinema”.

Si ricorda che per partecipare alla Cerimonia di premiazione (regia a cura di Gabriele Gatti) occorre prenotarsi inviando un’email all’indirizzo  di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure andando sul  sito internet www.premioletterarioboccaccio.it

 


Certaldo, lì 12 Settembre 2019